AXIS D2050-VE Network Radar Detector

Panoramica delle soluzioni

  1. AXIS D2050-VE
  2. Telecamera a cupola fissa
  3. Telecamera PTZ e illuminatore
  4. Dispositivo di controllo porta
  5. Centro di sorveglianza

Panoramica del dispositivo

  1. Connettore relè
  2. Grounding screw
  3. Connettore di rete
  4. Modulo radar
  5. Interruttore allarme anti intrusione
  6. Pulsante di comando
  7. Connettore I/O
  8. Slot per scheda di memoria microSD
  9. LED di alimentazione
  10. LED di stato
  11. LED di rete

Dove installare il dispositivo

Il rilevatore è destinato a controllare aree aperte. Gli oggetti solidi (ad esempio un albero o un cespuglio) in quest'area di copertura creeranno un limite di utilizzo (ombra radar) nella parte posteriore.

Installare il rilevatore su un palo o in un punto di un muro in cui non ci sono altri oggetti o installazioni vicine.

Per identificare correttamente il movimento nell'area di copertura, il rilevatore deve essere installato su un supporto stabile. Non installare il rilevatore su un palo traballante.

Se due rilevatori del radar sono montati vicini, potrebbero creare interferenze tra di loro. Per evitare le interferenze è possibile selezionare canali diversi per i rilevatori. Per configurare canali diversi, consultare Modalità di installazione dei rilevatori multipli.

Per evitare le interferenze tra i rilevatori radar montati uno accanto all'altro, la distanza tra le unità deve essere di almeno 2,5 metri. Se due rilevatori sono affiancati ma angolari l'uno rispetto all'altro, ad esempio se montati su un palo, non possono interferire anche se si trovano ad una distanza inferiore a 2,5 m l'uno dall'altro. I rilevatori montati uno sopra l'altro non causano interferenze, indipendentemente dalla distanza.

All'altezza di montaggio consigliata, il limite di rilevamento vicino è 4,5 m.

Se ci sono molti oggetti metallici nel campo visivo, ci saranno molti riflessi che interesseranno le prestazioni.

Nota

Non ridipingere il rilevatore. La pittura potrebbe seriamente compromettere le prestazioni del rilevatore.

Direzione di montaggio

Il rilevatore copre un angolo di ±60° dal suo asse centrale. Ciò significa che se lo si monta su una parete, c'è un limite di utilizzo per ogni lato del rilevatore.

Per coprire la parete è possibile spostare il modulo del radar nel rilevatore.

  1. Direzione di montaggio -25°
  2. Direzione di montaggio 0°
  3. Direzione di montaggio 25°

Altezza di montaggio

Per prestazioni ottimali, installare il rilevatore a 3,5 m dal suolo.

Nota

Se si installare il rilevatore a un'altezza diversa, inserire l'altezza di montaggio effettiva nelle pagine Web del dispositivo prima di calibrare il radar.

Nella seguente tabella viene illustrato l'intervallo di rilevamento a diverse altezze di montaggio quando si rileva una persona che cammina alta 1,8 m.

Altezza di montaggio3,5 m4 m4,5 m5 m
Limite di rilevamento vicino4,5 m6 m7 m8,5 m
Limite di rilevamento lontano (valori max.)49 m51 m51 m52 m

Inclinazione di montaggio

Il rilevatore è progettato per il montaggio a 3,5 m dal suolo. Quando il rilevatore è montato più in alto il limite di rilevamento più vicino viene compromesso.

Per ottimizzare il limite di rilevamento più vicino, inclinare il rilevatore verso il basso con AXIS T91R61 Wall Mount.

La tabella mostra la distanza di rilevamento di un essere umano che si trova al centro della zona di rilevamento.

Altezza: 3 mAltezza: 4 mAltezza: 5 mAltezza: 6 mAltezza: 7 mAltezza: 8 m
Inclinazione: 0°TBD7,5–44,5 m9–48,5 m13,5–47 m17–44 m20,5–43 m
Inclinazione: 10°3,5–36 m5–33,5 m6,5–40,5 m8,5–38 m11–46 m13,5–47,5 m
Inclinazione: 20°TBDTBD5–26 m6,5–28 mTBD8–31 m

Installazione

Video di installazione del prodotto.

Individuazione del dispositivo sulla rete

Per trovare i dispositivi Axis sulla rete e assegnare loro un indirizzo IP in Windows®, utilizzare AXIS IP Utility o AXIS Device Manager. Queste applicazioni sono entrambe gratuite e possono essere scaricate dal sito Web axis.com/support.

Per ulteriori informazioni su come trovare e assegnare indirizzi IP, andare alla sezione Come assegnare un indirizzo IP e accedere al dispositivo.

Accesso al dispositivo

  1. Aprire un browser ed inserire il nome di host o l'indirizzo IP del dispositivo Axis.

    Se non si conosce l'indirizzo IP, utilizzare AXIS IP Utility o AXIS Device Manager per individuare il dispositivo sulla rete.

  2. Inserire nome utente e password. Se si accede al dispositivo per la prima volta, è necessario impostare la password di default. Consultare Impostazione di una nuova password per l'account root.

  3. La pagina della visualizzazione in diretta si apre nel browser.

Password sicure

Importante

I dispositivi Axis inviano la password inizialmente impostata in chiaro tramite la rete. Per proteggere il dispositivo dopo il primo accesso, impostare una connessione HTTPS sicura e crittografata, quindi cambiare la password.

La password del dispositivo è il sistema di protezione principale dei dati e dei servizi. I dispositivi Axis non impongono un criterio password in quanto potrebbero essere utilizzati in vari tipi di installazioni.

Per proteggere i tuoi dati ti consigliamo vivamente di:

  • Utilizzare una password con almeno 8 caratteri, preferibilmente creata da un generatore di password.

  • Non mostrare la password.

  • Cambiare la password a intervalli regolari, almeno una volta all'anno.

Impostazione di una nuova password per l'account root

Importante

Il nome utente predefinito dell'amministratore è root. Se si smarrisce la password di root, ripristinare le impostazioni predefinite di fabbrica del dispositivo. Consultare Ripristino delle impostazioni predefinite di fabbrica

Suggerimento per il supporto: controllo di conferma sicurezza della password
  1. Digitare una password. Attenersi alle istruzioni sulle password sicure. Vedere Password sicure.

  2. Ridigitare la password per confermarne la correttezza.

  3. Fare clic su Create login (Crea accesso). La password è stata configurata.

Impostazioni supplementari

Bisogno di assistenza?

È possibile accedere alla guida integrata dalla pagina Web del dispositivo. La Guida fornisce informazioni più dettagliate sulle funzionalità del dispositivo e sulle relative impostazioni.

Configurazione del rilevatore

Il rilevatore è pronto ad essere utilizzato appena installato. La visualizzazione in diretta predefinita mostrerà la copertura radar con tutti i movimenti rilevati e sarà possibile aggiungere subito aree di rilevamento e regole.

Per semplificare la visione degli oggetti in movimento, è possibile caricare una mappa di riferimento, ad esempio una pianta o una foto aerea, che mostra l'area coperta dal rilevatore radar.

  • Requisiti dell'immagine:
  • I formati dei file supportati sono jpeg e png.

  • Utilizzare un'immagine con le stesse proporzioni (16:9) o la risoluzione (1920x1080) della visualizzazione in diretta. Se l'immagine è più piccola verrà ridimensionata per adattarsi alla finestra. Se le proporzioni non sono corrette, l'immagine non riempirà l'intero flusso video.

  • Tagliare l'immagine in modo che si adatti il più possibile alla copertura del radar prima di caricarla.

  • L'orientamento non è importante poiché l'aria di copertura del radar verrà spostata per adattarsi all'immagine durante la calibrazione.

Dopo aver caricato la mappa di riferimento è necessario calibrare il radar in modo che la copertura del radar effettiva sia adatta alla posizione, alla direzione e alla portata della mappa di riferimento.

  • Sono disponibili due metodi per calibrare la mappa di riferimento:
  • Calibrazione mediante pin: La calibrazione viene eseguita nell'interfaccia web aggiungendo dei pin in posizioni note nella mappa di riferimento e impostando la distanza tra questi ultimi.

    Quando si esegue la calibrazione con i pin, è necessario selezionare la posizione di montaggio del modulo del radar nel rilevatore.

  • Calibrazione mediante traccia: Per questo metodo di calibrazione è necessario che una persona si sposti davanti al radar.

    In questo modo o la si effettua da soli mentre si accede all'interfaccia web da un dispositivo mobile o si lascia che qualcun altro esegua gli spostamenti seguendo le istruzioni.

    Durante gli spostamenti in fasi diverse, spostarsi in luoghi facili da trovare nella mappa di riferimento.

Come configurare il rilevatore

  1. Per caricare una mappa di riferimento, andare a Settings > Radar > Reference map (Impostazioni > Radar > Mappa di riferimento). Seleziona Sfoglia per trovare un file di immagine e selezionare Carica per posizionare l'immagine nella visualizzazione in diretta.

  2. Per calibrare una mappa di riferimento, andare a Settings > Radar > Reference map calibration (Impostazioni > Radar > Calibrazione mappa di riferimento). Seleziona Start calibration (Avvia calibrazione) e segui le istruzioni della guida dettagliata.

Modalità di installazione dei rilevatori multipli

Se due rilevatori del radar sono montati vicini questi potrebbero creare interferenze tra di loro. Per evitare problemi, selezionare diversi canali per i rilevatori.

  1. Andare in Settings > Radar > General (Impostazioni > Radar > Generale) e selezionare Channel (Canale).

Imposta regole per eventi

È possibile creare delle regole per fare sì che il dispositivo esegua un'azione quando si verificano determinati eventi. Una regola consiste in condizioni e azioni. Le condizioni possono essere utilizzate per attivare le azioni. Ad esempio, il dispositivo può avviare una registrazione o inviare un e-mail quando rileva un movimento oppure può mostrare un testo in sovraimpressione mentre il dispositivo registra.

Consulta la nostra guida Introduzione alle regole per gli eventi per ottenere maggiori informazioni.

Modalità di registrazione dei video da una telecamera quando viene rilevato movimento

In questo esempio viene illustrato come configurare il rilevatore e una telecamera in modo che questa inizi a registrare sulla scheda di memoria cinque secondi prima che il rilevatore rilevi il movimento e si fermi dopo un minuto.

  1. Collegare i dispositivi:
  2. Collegare un cavo da un'uscita I/O sul rilevatore a un ingresso I/O della telecamera.

  3. Configurare la porta i/O del rilevatore:
  4. Andare a Settings > System > I/O ports (Impostazioni > Sistema > Porte I/O) e configurare la porta I/O come output e selezionare lo stato normale.

  5. Creare una regola nel rilevatore:
  6. Andare in Settings > System > Events (Impostazioni > Sistema > Eventi) e aggiungere una regola.

  7. Inserire un nome per la regola.

  8. Dall'elenco delle condizioni, selezionare una zona di inclusione in Radar motion (Movimento radar). Per impostare una zona di inclusione, consultare Aggiungere una zona di inclusione.

  9. Dall'elenco delle azioni, selezionare Toggle I/O while the rule is active (Attiva/disattiva l'I/O mentre la regola è attiva), quindi selezionare la porta collegata alla telecamera.

  10. Fare clic su Save (Salva).

  11. Configurare la porta I/O della telecamera:
  12. Andare in Settings > System > I/O ports (Impostazioni > Sistema > Porte I/O) e configurare la porta I/O come input e selezionare lo stato normale.

  13. Creare una regola nella telecamera:
  14. Andare in Settings > System > Events > (Impostazioni > Sistema > Eventi) e aggiungere una regola.

  15. Inserire un nome per la regola.

  16. Dall'elenco delle condizioni, selezionare Digital Input (Ingresso digitale), quindi selezionare la porta che deve attivare la regola.

  17. Dall'elenco delle azioni, selezionare Record video (Registra video).

  18. Selezionare un profilo di streaming esistente o crearne uno nuovo.

  19. Impostare il tempo pre buffer su 5 secondi.

  20. Impostare il post buffer su 60 secondi.

  21. Selezionare SD card (scheda di memoria) dall'elenco delle opzioni di archiviazione.

  22. Fare clic su Save (Salva).

Modalità di registrazione dei dati radar quando viene rilevato il movimento

In questo esempio viene illustrato come configurare il rilevatore per avviare la registrazione sulla scheda di memoria cinque secondi prima di rilevare il movimento e fermarsi un minuto dopo.

La registrazione mostrerà la mappa di riferimento con la traccia dell'oggetto in movimento.

  1. Creare una regola:
  2. Andare in Settings > System > Events > (Impostazioni > Sistema > Eventi) e aggiungere una regola.

  3. Inserire un nome per la regola.

  4. Dall'elenco delle condizioni, selezionare una zona di inclusione in Radar motion (Movimento radar). Per impostare una zona di inclusione, consultare Aggiungere una zona di inclusione.

  5. Dall'elenco delle azioni, selezionare Record video (Registra video).

  6. Impostare il tempo pre buffer su 5 secondi.

  7. Impostare il post buffer su 60 secondi.

  8. Selezionare SD card (scheda di memoria) dall'elenco delle opzioni di archiviazione.

  9. Fare clic su Save (Salva).

Come attivare una luce quando viene rilevato movimento

Accendere una luce quando un intruso entra nella zona di rilevamento può avere un effetto dissuasivo e migliorerà anche la qualità d'immagine di una telecamera visiva che registra l'intrusione.

In questo esempio viene illustrato come configurare il rilevatore e un illuminatore in modo che l'illuminatore si accenda quando il rilevatore rileva il movimento e si spegne dopo un minuto.

  1. Collegare i dispositivi:
  2. Collegare uno dei cavi dell'illuminatore all'alimentatore tramite la porta relè del rilevatore. Collegare l'altro cavo direttamente tra l'alimentatore e l'illuminatore.

  3. Configurare la porta relè del rilevatore:
  4. Andare in Settings > System > I/O ports (Impostazioni > Sistema > Porte I/O) e selezionare Open circuit (Circuito aperto) come stato normale.

  5. Creare una regola nel rilevatore:
  6. Andare in Settings > System > Events (Impostazioni > Sistema > Eventi) e aggiungere una regola.

  7. Inserire un nome per la regola.

  8. Dall'elenco dei trigger, selezionare una zona di inclusione in Radar motion (Movimento radar). Per impostare una zona di inclusione, consultare Aggiungere una zona di inclusione.

  9. Dall'elenco delle condizioni, selezionare Toggle I/O once (Attiva/disattiva I/O una volta) e quindi selezionare la porta relè.

  10. Selezionare Active (Attivo).

  11. Impostare la Duration (Durata).

  12. Fare clic su Save (Salva).

Modalità di controllo di una telecamera PTZ con il rilevatore

È possibile utilizzare le informazioni relative alle posizioni degli oggetti dal rilevatore per eseguire una traccia degli oggetti della telecamera PTZ.

  • Utilizzare il Radar autotracking (Rilevamento automatico radar) integrato. Utilizzare questa opzione quando si dispone di una telecamera PTZ e un rilevatore montati molto vicini tra loro. Questa opzione crea una soluzione edge to edge in cui il rilevatore controlla direttamente la telecamera.

    1. Andare a Settings > System > Radar autotracking (Impostazioni > Sistema > Rilevamento automatico radar).

    2. Immettere l'indirizzo IP, il nome utente e la password per la telecamera PTZ.

    3. Fare clic su Connect (Connetti) e seguire le istruzioni.

  • Nota

    La telecamera deve essere installata direttamente sopra o sotto il rilevatore.

    L'applicazione richiede il comando PTZ esclusivo della telecamera.

    Per utilizzare una telecamera con più rilevatori, utilizzare l'applicazione AXIS Radar Autotracking for PTZ per Windows®, disponibile sul sito axis.com.

    L'applicazione non utilizza le aree di inclusione nel rilevatore. Utilizza l'intera copertura radar, salvo le aree di esclusione, per rilevare il movimento.

  • Installare AXIS Radar Autotracking for PTZ sul server VMS (o un altro computer con accesso sia alla telecamera che al rilevatore) e seguire le istruzioni nell'applicazione.

    Si tratta di una soluzione basata su server in grado di gestire diverse impostazioni:

    • Controllo di più telecamere PTZ con un solo rilevatore.

    • Controllo di una telecamera PTZ con più rilevatori.

    • Controllo di più telecamere PTZ con più rilevatori.

    • Controllo di una telecamera PTZ con un rilevatore quando sono montati in posizioni diverse che coprono la stessa area.

Informazioni sulle zone di rilevamento

Per determinare dove rilevare il movimento, è possibile aggiungere più zone. È possibile utilizzare diverse zone per attivare azioni diverse.

  • Esistono due tipi di aree:
  • Una include zone (zona di inclusione) è un'area in cui gli oggetti in movimento attiveranno le regole. La zona di inclusione predefinita corrisponde all'intera area coperta dal rilevatore.

  • Una exclude zone (zona di esclusione) è un'area in cui gli oggetti in movimento verranno ignorati. Se all'interno delle area di inclusione sono presenti aree che attivano molti allarmi indesiderati, utilizzare le aree di esclusione.

Aggiungere una zona di inclusione

  1. Andare in Settings > RMD zones (Impostazioni > Zone RMD) e fare clic su .

  2. Selezionare Include zone (zona di inclusione).

  3. Selezionare per modificare le impostazioni della zona. Per ulteriori informazioni, consultare la guida integrata del dispositivo.

  4. Modificare la forma della zona di inclusione, vedere Modificare una zona di rilevamento.

Aggiungere una zona di esclusione

  1. Andare in Settings > RMD zones (Impostazioni > Zone RMD) e fare clic su .

  2. Selezionare Exclude zone (zona di esclusione).

  3. Per modificare la forma della zona di esclusione, consultare Modificare una zona di rilevamento.

Modificare una zona di rilevamento

  • Utilizzare il mouse per spostare e dimensionare la zona in modo che copra la parte desiderata della mappa di riferimento.
  • Per aggiungere un nuovo angolo, fare clic sul bordo della zona. Trascinare l'angolo nella posizione desiderata.

  • Per eliminare un angolo, fare clic sull'angolo con il pulsante destro del mouse.

  • Per spostare un angolo, fare clic su di esso e trascinarlo nella nuova posizione.

  • Per spostare la zona, posizionare il puntatore del mouse all'interno della zona e trascinarla nella nuova posizione.

Come ridurre al minimo i falsi allarmi

Se si nota di ricevere troppi falsi allarmi, è possibile filtrare determinati tipi di movimento o oggetti, modificare la copertura oppure regolare la sensibilità di rilevamento. Verificare quali impostazioni sono le più adatte al tuo ambiente.

  • Regolare la sensibilità di rilevamento:

    Andare a Settings > Radar > Detection (Impostazioni > Radar > Rilevamento) e selezionare una Detection sensitivity (Sensibilità di rilevamento) più bassa. Ciò diminuisce il rischio di falsi allarmi, ma fa anche sì che il radar possa perdere qualche movimento. L'impostazione della sensibilità influisce su tutte le zone.

    • Low (Bassa): utilizzare questa sensibilità quando ci sono molti oggetti metallici o veicoli di grandi dimensioni nell'area. Il radar richiederà più tempo per tracciare e classificare gli oggetti. In questo modo è possibile ridurre l'intervallo di rilevamento, specialmente per gli oggetti in rapido movimento.

    • High (Alto): utilizzare questa sensibilità quando si ha un campo aperto senza oggetti metallici davanti al radar. Ciò aumenterà l'intervallo di rilevamento per gli esseri umani.

  • Modificare le zone di inclusione ed esclusione:

    Se la zona di inclusione include superfici dure, ad esempio una parete metallica, potrebbero esserci riflessi che causano più rilevamenti per un singolo oggetto fisico. In questo caso, modificare la zona di inclusione, consultare Modificare una zona di rilevamento, o aggiungere una zona di esclusione che maschera ciò che è dietro la superficie, consultare Aggiungere una zona di esclusione.

  • Filtro in movimento:

    Andare in Settings > Radar > Detection (Impostazioni > Radar > Rilevamento) e selezionare Ignore swaying objects (Ignora oggetti ondeggianti). Questa impostazione ridurrà al minimo i falsi allarmi causati da alberi, cespugli e pennoni nella zona di rilevamento.

  • Filtrare per tempo:

    Andare in Settings > RMD zones (Impostazioni > Aree RMD) e selezionare una zona per modificarne le impostazioni.

    Abilitare Short-lived object (Movimento di breve durata) e impostare un tempo di ritardo da quando il radar avvia il rilevamento di un oggetto fino a quando non è in grado di attivare un allarme. Il timer si avvia quando il radar rileva per la prima volta l'oggetto, non quando l'oggetto entra nella zona di inclusione.

  • Filtra per tipo di oggetto.

    il rilevatore classificherà gli oggetti a seconda dell'eco del radar che producono. Se non si riesce a determinare il tipo di oggetto, l'oggetto verrà classificato come Unidentified (Non identificato).

    Andare in Settings > RMD zones (Impostazioni > Aree RMD) e selezionare una zona per modificarne le impostazioni.

    Per evitare di attivarlo su tipi di oggetti specifici, abilitare il filtro e deselezionare i tipi di oggetto che non possono attivare eventi in questa zona.

Ulteriori informazioni

Consigli per la sensibilità di rilevamento

A seconda dell'ambiente radar, è consigliabile aumentare o diminuire la sensibilità di rilevamento. La sensibilità media è predefinita.

  • Diminuire quando ci sono alberi, edifici o oggetti metallici nell'area poiché ciò potrebbe causare falsi rilevamenti.

  • Aumentare quando ci sono meno oggetti all'interno dell'area di rilevamento del radar.

Limite vicinanzaLimite lontananzaProbabilità generale di rilevamentoRiflessiFalsi allarmi causati da precipitazioni
Aumentare la sensibilitàMiglioraMiglioraMiglioraAumentaAumenta
Diminuire la sensibilitàPeggioraPeggioraPeggioraDiminuisceDiminuisce
Nota

La diminuzione della sensibilità di rilevamento potrebbe limitare i rilevamenti oltre 50 m.

Risoluzione di problemi

Ripristino delle impostazioni predefinite di fabbrica

Importante

Il ripristino dei valori predefiniti di fabbrica deve essere effettuato con cautela. Tale operazione consentirà di ripristinare i valori predefiniti di fabbrica per tutte le impostazioni, incluso l'indirizzo IP.

Per ripristinare il dispositivo ai valori predefiniti di fabbrica:

  1. Scollegare l'alimentazione dal dispositivo.

  2. Tenere premuto il pulsante di comando quando si ricollega l'alimentazione. Consultare Panoramica del dispositivo.

  3. Tenere premuto il pulsante di comando per 15-30 secondi finché l'indicatore LED di stato non lampeggia in giallo.

  4. Rilasciare il pulsante di comando. Il processo è completo quando l'indicatore del LED di stato diventerà verde. Il dispositivo è stato reimpostato alle impostazioni di fabbrica predefinite. Se nessun server DHCP è disponibile sulla rete, l'indirizzo IP predefinito è 192.168.0.90.

  5. Utilizzare gli strumenti per l'installazione e la gestione del software per assegnare un indirizzo IP, impostare la password e accedere al flusso video.

    Gli strumenti per l'installazione e la gestione del software sono disponibili nelle pagine dedicate all'assistenza sul sito Web axis.com/support.

È anche possibile reimpostare i valori predefiniti di fabbrica dei parametri mediante l'interfaccia Web. Andare in Settings > System > Maintenance (Impostazioni > Sistema > Manutenzione) e fare clic su Default (Predefinito).

Controlla il firmware corrente

Il firmware è il software che determina la funzionalità dei dispositivi di rete. Una delle prime azioni quando si risolve un problema deve essere la verifica della versione firmware corrente. La versione più recente può contenere una correzione che risolve il particolare problema.

Per controllare il firmware corrente:

  1. Accedere alla pagina Web del dispositivo.

  2. Fare clic sul menu Guida .

  3. Fare clic su About (Informazioni).

Aggiornamento del firmware

Importante

Le impostazioni preconfigurate e personalizzate vengono salvate quando il firmware viene aggiornato, a condizione che le funzionalità siano disponibili nel nuovo firmware, sebbene non sia garantito da Axis Communications AB.

Importante

Assicurarsi che il dispositivo rimanga connesso alla fonte di alimentazione durante il processo di aggiornamento.

Nota

Quando si aggiorna il dispositivo con il firmware più recente nella traccia attiva, il dispositivo riceve le ultime funzionalità disponibili. Prima di aggiornare il firmware, leggere sempre le istruzioni di aggiornamento e le note di rilascio disponibili per ogni nuova versione. Per il firmware più aggiornato e le note sul rilascio, visitare il sito Web axis.com/support/firmware.

Modalità di aggiornamento del firmware
  1. Scarica il file del firmware sul tuo computer, disponibile gratuitamente su axis.com/support/firmware.

  2. Accedere al dispositivo come amministratore.

  3. Andare in Settings > System > Maintenance (Impostazioni > Sistema > Manutenzione). Seguire le istruzioni visualizzate sulla pagina. Al termine dell'operazione, il dispositivo viene riavviato automaticamente.

Problemi tecnici, indicazioni e soluzioni

Se non si riesce a individuare qui ciò che si sta cercando, provare a vedere la sezione relativa alla risoluzione dei problemi all'indirizzo axis.com/support.

Problemi durante l'aggiornamento del firmware

Errore durante l'aggiornamento del firmware

Se l'aggiornamento del firmware non riesce, il dispositivo ricarica il firmware precedente. Il motivo più comune è il caricamento di un firmware errato. Controllare che il nome del file del firmware corrisponda al dispositivo e riprovare.

Problemi durante l'impostazione dell'indirizzo IP

Il dispositivo si trova su una subnet diversa

Se l'indirizzo IP destinato al dispositivo e l'indirizzo IP del computer utilizzato per accedere al dispositivo si trovano in subnet diverse, non è possibile impostare l'indirizzo IP. Contattare l'amministratore di rete per ottenere un indirizzo IP.

L'indirizzo IP è già utilizzato da un altro dispositivo

Scollegare il dispositivo Axis dalla rete. Eseguire il comando ping (in una finestra di comando/DOS digitare ping e l'indirizzo IP del dispositivo):

  • Se si riceve: Reply from <IP address>: bytes=32; time=10... significa che l'indirizzo IP potrebbe già essere utilizzato da un altro dispositivo nella rete. Contattare l'amministratore di rete per un nuovo indirizzo IP e reinstallare il dispositivo.

  • Se si riceve: Request timed out significa che l'indirizzo IP può essere utilizzato con il dispositivo Axis. Controllare tutti i cablaggi e reinstallare il dispositivo.

Possibile conflitto dell'indirizzo IP con un altro dispositivo nella stessa subnet

Prima che il server DHCP imposti un indirizzo dinamico viene utilizzato l'indirizzo IP statico del dispositivo Axis. Ciò significa che se lo stesso indirizzo IP statico viene utilizzato anche da un altro dispositivo, si potrebbero verificare dei problemi durante l'accesso al dispositivo.

Impossibile accedere al dispositivo da un browser

Impossibile eseguire l'accesso

Se HTTPS è abilitato, assicurarsi di utilizzare il protocollo corretto (HTTP o HTTPS) quando si tenta di eseguire l'accesso. Potrebbe essere necessario digitare manualmente http o https nel campo dell'indirizzo del browser.

Se si dimentica la password per l'utente root, il dispositivo deve essere ripristinato alle impostazioni predefinite di fabbrica. Consultare Ripristino delle impostazioni predefinite di fabbrica.

L'indirizzo IP è stato modificato dal server DHCP

L'accesso al dispositivo può essere eseguito in locale ma non esternamente

Per accedere al dispositivo esternamente, si consiglia di utilizzare una delle seguenti applicazioni per Windows®:

  • AXIS Companion: gratuito, ideale per piccoli sistemi con esigenze di sorveglianza di base.

  • AXIS Camera Station: versione di prova di 30 giorni gratuita, ideale per sistemi di piccole e medie dimensioni.

Per istruzioni e download, visitare axis.com/vms.

Considerazioni sulle prestazioni

I fattori seguenti sono i più importanti di cui tener conto:

  • Un utilizzo eccessivo della rete dovuto a una scarsa infrastruttura influisce sulla larghezza di banda.

Specifiche

Indicatori LED

LED di statoIndicazione
Verde

Luce verde fissa: condizioni di normale utilizzo.

Giallo

Luce fissa durante l'avvio. Lampeggia durante il ripristino delle impostazioni.

LED di reteIndicazione
Verde

Luce fissa per connessione di rete a 100 Mbit/s. Luce lampeggiante: attività di rete.

Giallo

Luce fissa per connessione di rete a 10 Mbit/s. Luce lampeggiante: attività di rete.

SpentoAssenza di connessione.
LED di alimentazioneIndicazione
VerdeFunzionamento normale.
GialloLuce lampeggiante verde/gialla durante l'aggiornamento del firmware.

Slot per schede di memoria

Visitare axis.com per i consigli sulla scheda di memoria.

I loghi microSD, microSDHC, e microSDXC sono tutti marchi registrati di SD-3C LLC. microSD, microSDHC, microSDXC sono marchi di fabbrica o marchi registrati di SD-3C, LLC negli Stati Uniti e/o in altri Paesi.

Pulsanti

Pulsante di comando

  • Per l'ubicazione del pulsante di comando, consultare Panoramica del dispositivo.
  • Il pulsante di comando viene utilizzato per:
  • Ripristinare le impostazioni predefinite di fabbrica del dispositivo. Consultare Ripristino delle impostazioni predefinite di fabbrica.

  • Collegarsi a un servizio AXIS Video Hosting System. Consultare . Per il collegamento, premere e tenere premuto il tasto per circa 3 secondi fino a quando il LED di stato lampeggia in verde.

Connettori

Connettore di rete

Connettore Ethernet RJ45 con Power over Ethernet Plus (PoE+).

Connettore I/O

Utilizzare il connettore I/O con dispositivi esterni in combinazione con, ad esempio, attivazione di eventi e notifiche di allarme. Oltre al punto di riferimento 0 V CC e all'alimentazione (output CC), il connettore I/O fornisce l'interfaccia per:

Ingresso digitale –
Per il collegamento di dispositivi che possono passare da un circuito chiuso ad uno aperto, ad esempio i sensori PIR, i contatti porta/finestra e i rilevatori di rottura.
Uscita digitale –
Per il collegamento di dispositivi esterni come relè e LED. I dispositivi collegati possono essere attivati tramite l'API (interfaccia per la programmazione di applicazioni) VAPIX® attraverso un evento oppure dalla pagina Web del dispositivo.

Morsettiera a 6 pin

FunzionePinNoteSpecifiche
Terra CC10 V CC
Output CC2Può essere utilizzato per alimentare una periferica ausiliaria.
Nota: questo pin può essere usato solo come uscita alimentazione.
12 V CC
Carico massimo = 50 mA
Configurabile (input o output)3–6Ingresso digitale - collegare al pin 1 per l'attivazione oppure lasciare isolato (scollegato) per la disattivazione.Da 0 a max 30 V CC
Uscita digitale - collegato internamente al pin 1 (ground CC) quando attivo e isolato (scollegato) quando inattivo. Se utilizzata con un carico induttivo, ad esempio un relè, collegare un diodo in parallelo al carico per proteggere il dispositivo da sovratensioni.Da 0 a max 30 V CC, open drain, 100 mA
Example
  1. Ground CC
  2. Output CC 12 V, max 50 mA
  3. I/O configurato come input
  4. I/O configurato come output
  5. I/O configurabile
  6. I/O configurabile

Connettore relè

ATTENZIONE

Utilizzare cavi principali singoli per il connettore del relè.

FunzioneSpecifiche
TipoNormalmente aperto
Classificazione24 V CC
Corrente max.5 A
Isolamento da un altro circuito2,5 kV
Durata elettrica24 V DC, 25 000 operazioni a +70°C

Condizioni di funzionamento

DispositivoClassificazioneTemperaturaUmidità
AXIS D2050-VEIEC 60529 IP66
NEMA 250 Tipo 4X
Da -40 °C a 60 °C
10–100% umidità relativa (con condensa)

Consumo energetico

AVVISO

Utilizzare una sorgente di alimentazione limitata (LPS) compatibile con un basso voltaggio di sicurezza (SELV) con una potenza di uscita nominale limitata a ≤100 W o con una corrente nominale di uscita limitata a ≤5 A.

DispositivoPower over EthernetAlimentazione
AXIS D2050-VEIEEE 802.3at, Tipo 2 Classe 4Tipico 9 W
Max. 15 W