AXIS Camera Station S1232 Rack Recording Server

Informazioni sul dispositivo

La serie AXIS Camera Station S12 Recorder è costituita da server rack pronti all'uso e da stazioni di lavoro convalidate per una sorveglianza affidabile ad alta definizione fino a 4K. Per una facile e veloce installazione, questa serie di registratori è preconfigurata con il Software per la gestione di video AXIS Camera Station che include le licenze e tutti gli altri software di sistema necessari. La configurazione di sistema può essere importata facilmente da AXIS Site Designer e AXIS Camera Station consente di trarre vantaggio dall'ampia gamma di dispositivi di sorveglianza video di Axis. Con dischi rigidi di livello Enterprise, sistema operativo memorizzato su unità SSD, la serie di registratori offre elevate prestazioni e alta affidabilità per il sistema.

Introduzione

Il flusso di lavoro standard per configurare un server del registratore AXIS Camera Station è:

  1. Installare il dispositivo

  2. Configurazione iniziale di Windows®: Dopo aver installato il dispositivo, la configurazione guidata consentirà l'impostazione di regione, lingua, layout della tastiera, account amministratore e relativa password.

  3. Configurazione iniziale del registratore Axis: dopo la configurazione iniziale di Windows, AXIS Recorder Toolbox viene aperto e si verrà guidati attraverso alcuni passaggi per impostare le impostazioni di base e necessarie, ad esempio, nome del computer, data, ora e rete. Vedere Configurazione iniziale del registratore Axis.

  4. Configurazione di Windows. Si consiglia di:

  5. Aggiornare AXIS Camera Station alla versione più recente.

    • Se il sistema è online: aprire l'app Axis Recorder Toolbox e fare clic su Update AXIS Camera Station (Aggiorna AXIS Camera Station).

    • Se il sistema è offline: andare all'indirizzo axis.com e scaricare l'ultima versione.

  6. Configurare AXIS Camera Station

  7. Registrare le licenze AXIS Camera Station.

  8. Collegare il sistema all'app di visualizzazione mobile AXIS Camera Station. Vedere Connessione a un server AXIS Camera Station.

Installare il dispositivo

Operazioni preliminari all'installazione

  • Preparare gli accessori aggiuntivi utilizzati per l'installazione: monitor, mouse, tastiera e cavo di rete.

  • Notare che il cavo di alimentazione a parete non è incluso nella scatola.

  • Comprensione dell'uso di account utente diversi.

La tabella seguente elenca gli account utente che possono essere utilizzati per l'installazione, la configurazione e l'utilizzo del sistema Axis.

Account utenteDescrizioneNota
MyAxisUtilizzato per scaricare il software più recente, accedere a License System, ad Axis Secure Remote Access e al monitoraggio dell'integrità del sistema.Registrato da my.axis.com.
Windows®
Amministratore WindowsPrivilegi di amministratore su Windows. Si consiglia di non utilizzarlo come amministratore di AXIS Camera Station.Creato durante l'impostazione iniziale di Windows.
Utente Windows con privilegi di amministratore di AXIS Camera StationUn utente Windows con privilegi di amministratore in AXIS Camera Station per l'utilizzo da parte di un integratore di sistema o da un amministratore di sistema per la configurazione o la risoluzione dei problemi.Creato nelle impostazioni di Windows.
Utente di Windows con privilegi di operatore o visualizzatore in AXIS Camera StationUn utente Windows con privilegi di operatore o visualizzatore in AXIS Camera Station.Creato nelle impostazioni di Windows.
Gestione hardware
iDRACUtilizzato per accedere allo strumento iDRAC (Integrated Dell Remote Access Controller).Nome utente: root
Password: disponibile sul retro dell'etichetta delle informazioni.
Dispositivo
Amministratore dispositivoUtilizzato dall'amministratore per accedere alla telecamera dal Video Management System o dalla pagina Web del dispositivo.Creato dalla pagina Web del dispositivo o quando si aggiunge il dispositivo ad AXIS Camera Station.

Configurare il dispositivo

Configurazione iniziale del registratore Axis

Dopo aver configurato Windows®, AXIS Recorder Toolbox viene aperto automaticamente e si avvia l'assistente alla configurazione iniziale. Con questo assistente alla configurazione, è possibile configurare diverse impostazioni di base e necessarie prima della gestione del dispositivo in AXIS Recorder Toolbox.

  1. Seleziona il tema Light (Chiaro) o Dark (Scuro) e fai clic su Next (Avanti) (se è disponibile per il tuo dispositivo).

  2. Se si desidera, cambiare il nome del computer e fare clic su Next (Avanti).

  3. In Date and time (Data e ora), configurare le seguenti impostazioni e fare clic su Next (Avanti).

    • Selezionare un fuso orario.

    • Per impostare un server NTP, selezionare NTP server (Server NTP) e immettere l'indirizzo del server NTP.

    • Per l'impostazione manuale, selezionare Manual (Manuale) e selezionare una data e un'ora.

  4. In Network settings (Impostazioni di rete), configurare le seguenti impostazioni e fare clic su Next (Avanti).

    • Le opzioni Use automatic IP settings (DHCP) (Utilizza impostazioni IP automatiche (DHCP)) e Use automatic DNS settings (Utilizza le impostazioni DNS automatiche) sono attivate per impostazione predefinita.

    • Se il dispositivo è connesso a una rete con un server DHCP, vengono visualizzati automaticamente l'indirizzo IP assegnato, la subnet mask, il gateway e il DNS preferito.

    • Se il dispositivo non è connesso a una rete o non è disponibile alcun server DHCP, immettere manualmente l'indirizzo IP, la subnet mask, il gateway e il DNS preferito in base ai requisiti di rete.

  5. Fare clic su Finish (Fine). Se è stato modificato il nome del computer, AXIS Recorder Toolbox richiederà di riavviare il dispositivo.

Configurare AXIS Camera Station

In questa esercitazione introduttiva spiegheremo i passaggi di base per rendere funzionante il sistema.

Prima di iniziare, potrebbe essere necessario:

Dopo aver effettuato le necessarie configurazioni, è possibile iniziare a lavorare con AXIS Camera Station:

  1. Avvio di AXIS Camera Station

  2. Aggiunta di dispositivi

  3. Configura metodo di registrazione

  4. Visualizzazione del video in diretta

  5. Visualizzazione delle registrazioni

  6. Aggiunta di segnalibri

  7. Esportazione delle registrazioni

  8. Riproduzione e verifica delle registrazioni in AXIS File Player.

Avvio di AXIS Camera Station

Fare doppio clic sull'icona del client AXIS Camera Station per avviare il client. Quando si avvia il client per la prima volta, tenta di accedere al server AXIS Camera Station installato nello stesso computer del client.

Non è possibile collegarsi a più server AXIS Camera Station in modi diversi:

Aggiunta di dispositivi

La pagina Aggiungi dispositivi si apre al primo avvio di AXIS Camera Station. AXIS Camera Station cerca nella rete i dispositivi connessi e visualizza un elenco di dispositivi rilevati.

  1. Selezionare le telecamere che si desidera aggiungere dall'elenco. Se non è possibile trovare la telecamera, fare clic su Manual search (Ricerca manuale).

  2. Fare clic su Add (Aggiungi).

  3. Selezionare Quick configuration (Configurazione rapida) o Site Designer configuration (Configurazione di Site Designer). Fare clic su Next (Avanti).

  4. Utilizzare le impostazioni predefinite e verificare che il metodo di registrazione sia impostato su None (Nessuno). Fare clic su Install (Installa).

Configura metodo di registrazione

  1. Andare a Configuration > Recording and events > Recording method (Configurazione > Registrazione ed eventi > Metodo di registrazione).

  2. Selezionare una telecamera.

  3. Attivare l'opzione Motion detection (Rilevamento movimento) o Continuous (Continua) o entrambe.

  4. Fare clic su Apply (Applica).

Visualizzazione del video in diretta

  1. Aprire una scheda Live view (Visualizzazione in diretta).

  2. Selezionare una telecamera per visualizzarne il video in diretta.

Per ulteriori informazioni, vedere .

Visualizzazione delle registrazioni

  1. Aprire una scheda Recordings (Registrazioni).

  2. Selezionare la telecamera da cui visualizzare le registrazioni.

Per ulteriori informazioni, vedere .

Aggiunta di segnalibri

  1. Andare alla registrazione.

  2. Nella sequenza temporale delle telecamere, ingrandire e ridurre e spostare la sequenza temporale per far sì che l'indicatore punti alla posizione desiderata.

  3. Fare clic su .

  4. Immettere un nome e una descrizione per il segnalibro. Utilizzare parole chiave nella descrizione per trovare e riconoscere il segnalibro più facilmente.

  5. Selezionare Prevent recording deletion (Impedisci eliminazione registrazione) per proteggere la registrazione.

  6. Nota

    Non si può cancellare una registrazione bloccata. Per rimuovere la protezione della registrazione, deselezionare l'opzione o eliminare il segnalibro.

  7. Fare clic su OK per salvare il segnalibro.

Esportazione delle registrazioni

  1. Aprire una scheda Recordings (Registrazioni).

  2. Selezionare la telecamera da cui esportare le registrazioni.

  3. Fare clic su per visualizzare i marcatori di selezione.

  4. Trascinare gli indicatori per includere le registrazioni che si desidera esportare.

  5. Fare clic su per aprire la scheda Export (Esporta).

  6. Fare clic su Export... (Esporta...).

Riproduzione e verifica delle registrazioni in AXIS File Player.

  1. Andare alla cartella con le registrazioni esportate.

  2. Fare doppio clic su AXIS File Player.

  3. Fare clic su per visualizzare le note della registrazione.

  4. Per verificare la firma digitale:

    1. Andare a Tools > Verify digital signature (Strumenti > Verifica firma digitale).

    2. Selezionare Validate with password (Convalida con password) e immettere la password.

    3. Fare clic su Verify (Verifica). Viene visualizzata la pagina dei risultati della verifica.

  5. Nota

    La firma digitale differisce da Video firmato. Il video firmato consente di tracciare il video sulla telecamera da cui proviene, rendendo possibile verificare che la registrazione non sia stata manomessa. Vedere Video firmato e il manuale per l'utente della telecamera per maggiori informazioni.

Configurazione di rete

Configurare le impostazioni proxy o firewall prima di utilizzare AXIS Camera Station se il client AXIS Camera Station, il server AXIS Camera Station e i dispositivi di rete collegati sono su reti diverse.

Impostazioni proxy client

Quando un server proxy separa il client e il server, configurare le impostazioni proxy del client.

  1. Aprire il client AXIS Camera Station.

  2. Fare clic su Change client proxy settings (Cambia le impostazioni proxy del client).

  3. Cambia le impostazioni proxy del client.

  4. Fare clic su OK.

Impostazioni proxy del server

Quando un server proxy separa i dispositivi di rete e il server, configurare le impostazioni proxy del server.

  1. Aprire AXIS Camera Station Service Control.

  2. Selezionare Modify settings (Modifica impostazioni).

  3. Nella sezione Impostazioni proxy, utilizzare System account internet option (Opzione Internet account di sistema) predefinita oppure selezionare Use manual proxy settings (Utilizza impostazioni proxy manuali).

  4. Fare clic su Save (Salva).

NAT and Firewall (NAT e Firewall)

Quando un NAT, un firewall o un dispositivo simile separa il client e il server, configurare il NAT o il firewall per garantire che la porta HTTP, TCP e di streaming specificata in AXIS Camera Station Service Control possa passare attraverso il firewall o NAT. Contattare l'amministratore di rete per istruzioni su come configurare il NAT o il firewall.

Configurazione della porta del server

Il server AXIS Camera Station usa le porte 55752 (HTTP), 55754 (TCP), 55756 (comunicazione mobile) e 55757 (mobile streaming) per la comunicazione tra il server e client. Se necessario, le porte possono essere cambiate in AXIS Camera Station Service Control. Vedere Caratteristiche generali in AXIS Camera Station Service Control.

Considerazioni sulla protezione

Per evitare accessi non autorizzati alle telecamere e alle registrazioni, tenere presente quanto segue:

  • Usare password complesse per tutti i dispositivi di rete (telecamere, video encoder e dispositivi ausiliari).

  • Installare il server AXIS Camera Station, le telecamere, i video encoder e i dispositivi ausiliari su una rete protetta separata da una rete d'ufficio. È possibile installare il client AXIS Camera Station su un computer in un'altra rete, ad esempio una rete con accesso a Internet.

  • Assicurarsi che tutti gli utenti dispongano di password complesse. Active Directory di Windows offre un livello elevato di protezione.

Ottenimento di una licenza per un sistema online

Sia il server che il client AXIS Camera Station devono avere la connessione a Internet.

  1. Andare a Configuration > Licenses > Management (Configurazione > Licenze > Gestione).

  2. Assicurarsi che Manage licenses online (Gestisci licenze online) sia attivo.

  3. Accedi con l'account MyAxis.

  4. La chiave di licenza è generata in automatico e appare in License keys (Chiavi di licenza).

  5. Se sono state acquistate chiavi di licenza separatamente, immettere la chiave di licenza in Add license key (Aggiungi chiave di licenza).

  6. Fare clic su Add (Aggiungi).

  7. Nel client AXIS Camera Station assicurarsi che le chiavi di licenza appaiano in Configuration > Licenses > Keys (Configurazione > Licenze > Chiavi).

Registrazione delle licenze di AXIS Camera Station online

Ottenimento di una licenza per un sistema offline

  1. Andare a Configuration > Licenses > Management (Configurazione > Licenze > Gestione).

  2. Disattivare Manage licenses online (Gestisci licenze online).

  3. Fare clic su Export system file (Esporta file di sistema).

  4. Salvare il file di sistema su un'unità flash USB.

  5. Andare ad AXIS License Portal axis.com/licenses,

  6. Accedi con l'account MyAxis.

  7. Fare clic su Upload system file (Carica file di sistema) per il caricamento del file di sistema dall'unità flash USB.

  8. La chiave di licenza è generata in automatico e mostrata in License keys (Chiavi di licenza).

  9. Se sono state acquistate chiavi di licenza separatamente, immettere la chiave di licenza in Add license key (Aggiungi chiave di licenza).

  10. Fare clic su Add (Aggiungi).

  11. In License keys (Chiavi di licenza), fare clic su Download license file (Scarica file di licenza) e salvare il file nell'unità flash USB.

  12. Nel client AXIS Camera Station Client, andare a Configuration > Licenses > Management (Configurazione > Licenze > Gestione).

  13. Fare clic su Import license file (Importa file di licenza) e selezionare il file di licenza nell'unità flash USB.

  14. Assicurarsi che le chiavi di licenza appaiano in Configuration > Licenses > Keys (Configurazione > Licenze > Chiavi).

Registrazione delle licenze di AXIS Camera Station offline

Gestire gli account utente di Windows®

Creare un account utente

Per incrementare la sicurezza dei dati personali e delle informazioni, consigliamo di aggiungere una password per ogni account locale.

Importante

Una volta creata una password per un account locale, non dimenticarla. Se si perde la password per un account locale, è impossibile recuperarla.

  1. Andare a Settings > Accounts > Other people > Add someone else to this PC (Impostazioni > Account > Altre persone > Aggiungi qualcun altro a questo PC).

  2. Fare clic su I don’t have this person’s sign-in information (Non ho le informazioni di accesso di questa persona).

  3. Fare clic su Add a user without a Microsoft account (Aggiungi un utente senza un account Microsoft).

  4. Immettere un nome utente, una password e un suggerimento per la password.

  5. Fare clic su Next (Avanti) e seguire le istruzioni.

Creare un account amministratore

  1. Andare a Settings > Accounts > Other people (Impostazioni > Account > Altre persone).

  2. Accedere all'account che si desidera modificare e fare clic su Change account type (Cambia tipo di account).

  3. Andare a Account type (Tipo di account) e selezionare Administrator (Amministratore).

  4. Fare clic su OK.

  5. Riavviare il dispositivo e accedere con il nuovo account amministratore.

Creare un gruppo di utenti locale

  1. Andare a Computer Management (Gestione del computer).

  2. Andare a Local Users and Groups > Group (Utenti e gruppi locali > Gruppo).

  3. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Group (Gruppo) e selezionare New Group (Nuovo gruppo).

  4. Immettere un nome per il gruppo e una descrizione.

  5. Aggiungere membri al gruppo:

    1. Fare clic su Add (Aggiungi).

    2. Fare clic su Advanced (Avanzate);

    3. Individuare gli account utente che si desidera aggiungere al gruppo e fare clic su OK.

    4. Fare di nuovo clic su OK.

  6. Fare clic su Create (Crea).

Eliminare un account utente

Importante

Quando si elimina un account, si rimuove l'account utente dalla schermata di accesso. Inoltre saranno rimossi tutti i file, le impostazioni e i dati dei programmi memorizzati nell'account utente.

  1. Andare a Settings > Accounts > Other people (Impostazioni > Account > Altre persone).

  2. Accedere all'account che si desidera rimuovere e fare clic su Remove (Rimuovi).

Modificare la password di un account utente

  1. Accedere con un account amministratore.

  2. Andare a User Accounts > User Accounts > Manage another account in sequence (Account utente > Account utente > Gestire un altro account in sequenza).

    Verrà visualizzato un elenco di tutti gli account utente nel dispositivo.

  3. Selezionare l'account utente di cui si desidera modificare la password.

  4. Fare clic su Change the password (Modifica la password).

  5. Immettere la nuova password e fare clic su Change password (Cambia password).

Creare un disco di reimpostazione della password per un account utente.

Si consiglia di creare un disco di reimpostazione della password utilizzando un'unità flash USB. In questo modo è possibile reimpostare la password se viene dimenticata. Senza un disco di reimpostazione USB, non è possibile reimpostare la password.

Se si utilizza Windows 10, è possibile aggiungere domande di sicurezza all'account locale nel caso in cui la password venga dimenticata, in modo da non dover creare un disco di reimpostazione della password. Per fare questo, andare su Start e fare clic su Settings > Sign-in options > Update your security questions (Impostazioni > Opzioni di accesso > Aggiorna le domande di sicurezza).

  1. Accedere al dispositivo con un account utente locale. Non è possibile creare un disco di reimpostazione della password per un account connesso.

  2. Collegare un'unità flash USB al dispositivo.

  3. Se sono presenti dati nell'unità flash USB, eseguirne il backup.

  4. Dal campo di ricerca di Windows®, andare su Create a password reset disk (Creare un disco di reimpostazione della password).

  5. Nella procedura guidata Password dimenticata, fare clic su Next (Avanti).

  6. Selezionare l'unità flash USB e fare clic su Next (Avanti).

  7. Digitare la password attuale e fare clic su Next (Avanti).

  8. Seguire le istruzioni visualizzate.

  9. Rimuovere l'unità flash USB e conservarla in un luogo sicuro facile da ricordare. Non è necessario creare un nuovo disco quando si modifica la password, anche se la si modifica più volte.

Gestire gli account utente di AXIS Camera Station

Configurazione delle autorizzazioni degli utenti

Andare a Configuration > Security > User permissions (Configurazione > Sicurezza > Autorizzazioni utente) per visualizzare gli utenti e i gruppi che esistono in AXIS Camera Station.

Nota

Gli amministratori del computer su cui è in esecuzione il server AXIS Camera Station dispongono automaticamente dei privilegi di amministratore per AXIS Camera Station. Non è possibile cambiare o rimuovere i privilegi del gruppo degli Amministratori.

Prima di poter aggiungere un utente o gruppo, registrare l'utente o gruppo nel computer locale o assicurarsi che abbiano un account utente in Windows Active Directory. Per aggiungere utenti o gruppi, vedere Aggiunta di utenti o gruppi.

Quando un utente fa parte di un gruppo, l'utente dispone delle autorizzazioni di ruolo più elevate assegnate al singolo utente o al gruppo. All'utente viene anche concesso l'accesso come utente singolo e riceve i diritti come parte del gruppo. Ad esempio, un utente ha l'accesso alla telecamera X come singolo. L'utente è inoltre un membro di un gruppo che dispone dell'accesso alle telecamere Y e Z. L'utente perciò dispone di accesso alle telecamere X, Y e Z.

Indica se la voce si riferisce a un utente singolo.

Indica che la voce rappresenta un gruppo.

Name (Nome)

Il nome utente visualizzato nel computer locale o in Active Directory.

Domain (Dominio)

Il dominio di cui fa parte l'utente o il gruppo.

Role (Ruolo)

Il ruolo di accesso dato all'utente o gruppo.

I possibili valori sono: Amministratore, Operatore e Visualizzatore.

Dettagli

Informazioni dettagliate sull'utente come visualizzate nel computer locale o in Active Directory.

Server

Il server di cui fa parte l'utente o il gruppo.

Aggiunta di utenti o gruppi

Microsoft Windows e gli utenti di Active Directory e i gruppi possono accedere ad AXIS Camera Station. Per poter aggiungere un utente ad AXIS Camera Station, è necessario aggiungere utenti o un gruppo a Windows.

L'aggiunta di un utente in Windows può variare a seconda della versione di Windows che si usa. Seguire le istruzioni disponibili nel sito di Microsoft. Se si usa una rete di dominio di Active Directory, consultare l'amministratore di rete.

Aggiunta di utenti o gruppi

  1. Andare a Configuration > Security > User permissions (Configurazione > Sicurezza > Autorizzazioni utente).

  2. Fare clic su Add (Aggiungi).

    La lista mostra utenti e gruppi disponibili.

  3. In Scope (Ambito), scegliere dove si devono cercare utenti e gruppi.

  4. In Show (Mostra), selezionare per mostrare utenti o gruppi.

    Il risultato della ricerca non viene visualizzato se esistono troppi utenti o gruppi. Usa la funzione filtro.

  5. Selezionare gli utenti o i gruppi e fare clic su Add (Aggiungi).

Ambito

Server

Selezionare per cercare utenti o gruppi sul computer locale.

Domain (Dominio)

Selezionare per eseguire la ricerca di utenti o gruppi Active Directory.

Selected server (Server selezionato)

Quando si è connessi a più server AXIS Camera Station, selezionare un server dal menu a discesa Selected server (Server selezionato).

Configurare un utente od un gruppo

  1. Selezionare un utente o un gruppo nell'elenco.

  2. In Role (Ruolo), selezionare Administrator (Amministratore), Operator (Operatore) o Viewer (Visualizzatore).

  3. Se si è selezionato Operator (Operatore) o Viewer (Visualizzatore), è possibile configurare i privilegi utente o gruppo. Vedere Privilegi utente o di gruppo.

  4. Fare clic su Save (Salva).

Rimuovere un utente od un gruppo

  1. Selezionare utente o gruppo.

  2. Fare clic su Remove (Rimuovi).

  3. Nella finestra a comparsa, fare clic su OK per rimuovere l'utente o il gruppo.

Privilegi utente o di gruppo

Sono disponibili tre ruoli che si possono assegnare a un utente o a un gruppo. Per le modalità di definizione del ruolo per un utente o un gruppo, vedere Aggiunta di utenti o gruppi.

Amministratore –
accesso completo all'intero sistema, incluso l'accesso ai video in diretta e registrati di tutte le telecamere, tutte le porte di I/O e le viste. Questo ruolo è necessario per configurare qualsiasi aspetto del sistema.
Operatore –
Selezionare telecamere, viste e porte I/O per ottenere l'accesso alle immagini dal vivo e registrate. Un operatore ha pieno accesso a tutte le funzionalità di AXIS Camera Station ad eccezione della configurazione del sistema.
Visualizzatore –
Accesso a video dal vivo di telecamere, porte I/O e viste selezionate. Un visualizzatore non ha accesso ai video registrati o alla configurazione di sistema.

Telecamere

Per utenti o gruppi con ruolo Operator (Operatore) o Viewer (Visualizzatore) sono disponibili i seguenti privilegi di accesso.

Access (Accesso)

consente l'accesso alla telecamera e a tutte le relative funzioni.

Video (Video)

consente l'accesso al video dal vivo dalla telecamera.

Audio listen (Ascolta con audio)

consente l'accesso per ascoltare l'audio dalla telecamera.

Audio speak (Parla con audio)

consente l'accesso per parlare alla telecamera.

Manual Recording (Registrazione manuale)

consente di avviare e interrompere le registrazioni manualmente.

Mechanical PTZ (PTZ meccanico)

consente l'accesso ai comandi PTZ meccanici. Disponibile solo per telecamere con PTZ meccanico.

PTZ priority (Priorità PTZ)

imposta la priorità PTZ. Un numero inferiore indica una priorità più alta. Nessuna priorità assegnata è impostata su 0. Un amministratore ha la priorità più alta. Quando un ruolo con una priorità più elevata opera una telecamera PTZ, gli altri non possono utilizzare la stessa telecamera per 10 secondi per impostazione predefinita. Disponibile solo per telecamere con PTZ meccanico e se Mechanical PTZ (PTZ meccanico) è selezionato.

Views (Viste)

Per utenti o gruppi con ruolo Operator (Operatore) o Viewer (Visualizzatore) sono disponibili i seguenti privilegi di accesso. È possibile selezionare più viste e impostare i privilegi di accesso.

Access (Accesso)

consente l'accesso alle viste in AXIS Camera Station.

Edit (Modifica)

consente di modificare le viste in AXIS Camera Station.

I/O

Per utenti o gruppi con ruolo Operator (Operatore) o Viewer (Visualizzatore) sono disponibili i seguenti privilegi di accesso.

Access (Accesso)

consente l'accesso completo alla porta I/O.

Read (Leggi)

consente di visualizzare lo stato della porta I/O. L'utente non è in grado di modificare lo stato della porta.

Write (Scrittura)

consente di modificare lo stato della porta I/O.

System (Sistema)

Non si può eseguire la configurazione dei privilegi di accesso in grigio nella lista. I privilegi con segno di spunta indicano che l'utente o il gruppo hanno questo privilegio per impostazione predefinita.

Per utenti o gruppi con ruolo Operator (Operatore) sono disponibili i seguenti privilegi di accesso. Take snapshots (Acquisisci istantanee) è anche disponibile per il ruolo Viewer (Visualizzatore) .

Take snapshots (Acquisire istantanee)

consente l'acquisizione di istantanee nelle modalità Visualizzazione in diretta e Registrazioni.

Export recordings (Esportazione delle registrazioni)

consente di esportare le registrazioni.

Generate incident report (Genera report dell'incidente)

consente di generare i report dell'incidente.

Prevent access to recordings older than (Impedisci accesso a registrazioni precedenti a)

impedisce di accedere alle registrazioni precedenti al numero di minuti specificato. Quando si usa la funzione di ricerca, l'utente non trova registrazioni antecedenti al tempo specificato.

Access alarms, tasks, and logs (Accedi ad allarmi, attività e registri)

Ricevere notifiche di allarme e permettere l'accesso alla barra Alarms and tasks (Allarmi e attività) e alla scheda Logs (Registri).

Controllo degli accessi

Per utenti o gruppi con ruolo Operator (Operatore) sono disponibili i seguenti privilegi di accesso. Access Management (Gestione degli accessi) è a disposizione anche per il ruolo Viewer (Visualizzatore) .

Access control configuration (Configurazione controllo degli accessi)

permette di configurare porte e zone, profili di identificazione, formati tessera e PIN, comunicazione criptata e multiserver.

Access management (Gestione degli accessi)

permette la gestione degli accessi e l'accesso alle impostazioni di Active Directory.

Monitoraggio dell'integrità del sistema

Per utenti o gruppi con ruolo Operator (Operatore) sono disponibili i seguenti privilegi di accesso. Access to system health monitoring (Accesso a monitoraggio dell'integrità del sistema) è a disposizione anche per il ruolo Viewer (Visualizzatore).

Configuration of system health monitoring (Configurazione di Monitoraggio dell'integrità del sistema)

Permette di configurare il sistema di monitoraggio dell'integrità del sistema.

Access to system health monitoring (Accesso a monitoraggio dell'integrità del sistema)

Consentire l'accesso al sistema di monitoraggio dell'integrità del sistema.

Gestire il dispositivo

Aggiornare Windows®

Windows® 10 controlla periodicamente la disponibilità degli aggiornamenti. Quando è disponibile un aggiornamento, il dispositivo lo scarica automaticamente, ma è necessario installarlo manualmente.

Nota

La registrazione verrà interrotta durante un riavvio pianificato del sistema.

Per verificare manualmente la disponibilità di aggiornamenti:

  1. andare a Settings > Update & Security > Windows Update (Impostazioni > Aggiornamenti & Sicurezza > Windows Update).

  2. Fare clic su Check for updates (Controlla aggiornamenti).

Configurare le impostazioni di Windows Update

A volte potrebbe essere necessario modificare come e quando Windows® si aggiorna.

Nota

Tutte le registrazioni in corso si interrompono durante un riavvio pianificato del sistema.

  1. Aprire l'app Esegui.

    • Andare a Windows System > Run (Sistema Windows > Esegui) o

    • premi Win e R.

  2. Digitare gpedit.msc e fare clic su OK. Verrà aperto l'Editor Criteri di gruppo locali.

  3. Andare a Computer Configuration > Administrative Templates > Windows Components > Windows Update (Configurazione computer > Modelli amministrativi > Componenti di Windows > Windows Update).

  4. Configurare le impostazioni in base alle esigenze, vedere esempio.

Example

Per scaricare e installare automaticamente gli aggiornamenti senza alcuna interazione dall'utente e fare in modo che il dispositivo venga riavviato, se necessario, fuori dall'orario di ufficio, utilizzare la configurazione seguente:

  1. Aprire Always automatically restart at the scheduled time (Riavvia sempre all'ora pianificata) e selezionare:

    1. Enabled (Abilitato)

    2. The restart timer will give users this much time to save their work (minutes) (Il timer di riavvio darà agli utenti questo tempo per salvare il loro lavoro (minuti)): 15.

    3. Fare clic su OK.

  2. Aprire Configure Automatic Updates (Configurare aggiornamenti automatici) e selezionare:

    1. Enabled (Abilitato)

    2. Configure Automatic updates (Configurare aggiornamenti automatici): Download automatico e pianificazione dell'installazione

    3. Schedule Install day (Pianifica giorno di installazione): Ogni domenica

    4. Schedule Install time (Pianifica l'ora di installazione): 00:00

    5. Fare clic su OK.

  3. Aprire Allow Automatic Updates immediate installation (Consenti installazione immediata di aggiornamenti automatici) e selezionare:

    1. Enabled (Abilitato)

    2. Fare clic su OK.

Modifica del RAID

ATTENZIONE

La modifica del RAID comporta l'eliminazione di tutti i dati dai dischi.

  1. Avviare Lifecycle Controller:

    1. Accendere il dispositivo.

    2. Quando viene visualizzata la schermata iniziale di AXIS, premere F10.

  2. In Lifecycle Controller passare a Hardware Configuration > Configuration Wizards (Configurazione hardware > Configurazioni guidate) e selezionare RAID Configuration (Configurazione RAID).

  3. Selezionare il RAID Controller (Controller RAID) su cui si desidera creare il RAID. I dettagli di tutti i dischi virtuali disponibili sul controller selezionato verranno visualizzati nella tabella mostrata nella pagina sotto l'elenco dei controller. Verrà visualizzata l'opzione Foreign Configuration (Configurazione esterna) se sul server sono disponibili HDD esterni o non inizializzati.

  4. Nota
    • L'opzione Clear Foreign Configuration (Cancella configurazione esterna) consente di cancellare tutti gli HDD esterni disponibili sul controller RAID selezionato.
    • L'opzione Ignore Foreign Configuration (Ignora configurazione esterna) consente di ignorare gli HDD esterni disponibili sul controller RAID durante la creazione del RAID.
  5. Cancellare o ignorare gli HDD esterni e quelli non inizializzati.

    Se lo si desidera, è possibile inizializzare i dischi non inizializzati:

    1. Nell'elenco di tutti gli HDD (non inizializzati) non RAID, selezionare gli HDD che si desidera convertire in RAID (inizializzare) e fare clic su Next (Avanti) per inizializzarli.

    2. Selezionare l'opzione corrispondente in Configurazioni guidate: pagina Configurazione RAID.

  6. Selezionare un livello RAID.

  7. Selezionare i dischi fisici dalla tabella e fare clic su Next (Avanti).

    Se è stata selezionata l'opzione Ignore foreign configuration (Ignora configurazione esterna), gli HDD esterni non sono visualizzati nella tabella.

  8. Immettere gli attributi del disco virtuale.

  9. Fare clic su Next (Avanti).

  10. Esaminare le impostazioni e fare clic su Finish (Fine).

  11. Lifecycle Controller visualizza un messaggio per indicare che tutti i dati correnti riguardanti i dischi virtuali disponibili nel controller andranno persi. Fare clic su OK per continuare.

  12. Fare clic su OK e su Finish (Fine).

  13. Uscire dalla procedura guidata e riavviare il sistema.

Aggiunta di un disco rigido

Lo spazio di archiviazione necessario può variare. Il tempo di conservazione dei dati memorizzati o per l'archiviazione di registrazioni ad alta risoluzione conduce spesso allo stesso risultato: la necessità di installare ulteriore spazio di archiviazione. Questa sezione illustra in che modo espandere la serie AXIS S12 con ulteriori dischi rigidi e come aggiungerli alla tua configurazione RAID 5.

Nota

Le istruzioni seguenti devono essere utilizzate quando si aggiunge ulteriore spazio di archiviazione a certi modelli della serie AXIS S12. Queste istruzioni sono così come sono e Axis Communications AB non si assume alcuna responsabilità per la perdita di dati e/o per la configurazione errata durante questi passaggi. Rispettare le precauzioni standard per eseguire il backup di dati critici per l'azienda. La seguente procedura di espansione dell'archiviazione non sarà supportata dall'assistenza tecnica Axis.

Nota

Per evitare scariche elettrostatiche, si consiglia di utilizzare sempre un tappetino statico e un cinturino statico mentre si lavora su componenti all'interno del sistema.

Garanzia

Informazioni dettagliate sulla garanzia sono disponibili sul sito Web all'indirizzo: www.axis.com/support/warranty.

Flusso di lavoro

Installa un disco rigido hot-swap

Rimozione della mascherina
  1. Individuare la chiave della mascherina.

  2. Sbloccare la mascherina usando la chiave.

  3. Far scorrere il fermo di sgancio verso l'alto e tirare l'estremità sinistra della mascherina.

  4. Sganciare l'estremità destra e rimuovere la mascherina.

Rimuovi il disco rigido vuoto
  • Premi il pulsante di rilascio sul davanti del disco rigido vuoto e fallo scorrere fuori dallo slot.

Installazione del disco rigido
ATTENZIONE
  • Utilizza solo dischi rigidi che sono stati testati e approvati per l'uso con la serie AXIS S12.
  • Quando si installa un disco rigido, assicurarsi che le unità adiacenti siano completamente installate. L'inserimento di un supporto per disco rigido e il tentativo di bloccare la rispettiva maniglia accanto a un supporto parzialmente installato possono danneggiare la molla della protezione del supporto parzialmente installato e renderla inutilizzabile.
  • La combinazione di dischi rigidi SAS e SATA nello stesso volume RAID non è supportata.
  1. Se nello slot del disco rigido è installato un disco rigido vuoto, rimuovilo.

  2. Installare un disco rigido nel supporto per disco rigido.

  3. Premere il pulsante di rilascio nella parte anteriore del supporto per disco rigido e aprire la maniglia di tale supporto.

  4. Inserire il supporto per disco rigido nello slot del disco rigido fino a quando il supporto non si collega con il backplane.

  5. Chiudere la maniglia del supporto per disco rigido per bloccare il disco.

Crea un nuovo array RAID

L'utility di configurazione Human Interface Infrastructure (HII) è un'applicazione per gestire l'archiviazione integrata nel BIOS di sistema. Si usa per la configurazione e gestione dei controller, dei dischi virtuali e dei dischi fisici. Questa utility è indipendente dal sistema operativo.

Entra nel Dell PERC 11 Configuration Utility
  1. Accendi il sistema.

  2. Mentre il sistema si avvia, premi F2 per accedere alla Configurazione del sistema.

  3. Fai clic su Device Settings (Impostazioni dispositivo) per la visualizzazione di tutti i controller RAID nel sistema.

Crea un array di archiviazione RAID
  1. Entra nel Dell PERC 11 Configuration Utility.

  2. Fai clic su Main Menu > Configuration Management > Create Virtual Disk (Menu principale > Gestione configurazione > Crea disco virtuale) e definisci i seguenti parametri per il disco virtuale.

    • Seleziona livello RAID: Scegliere il livello RAID.

    • Seleziona dischi fisici: Seleziona i dischi fisici da cui si creano i dischi virtuali. Questa opzione è mostrata se selezioni Unconfigured Capacity (Capacità non configurata) come capacità di disco fisico.

    • Configura disco virtuale: Configura i seguenti parametri per il disco virtuale.

      • Nome disco virtuale: Immetti il nome del disco virtuale.

        I caratteri consentiti sono solo A-Z, a-z, 0-9, trattino basso (_) e trattino (-).

      • Dimensione disco virtuale: Imposta la capacità per il disco virtuale.

  3. Fai clic su Create Virtual Disk (Crea disco virtuale).

  4. ATTENZIONE

    Sono disponibili altri parametri da modificare. Tuttavia, Axis Communications AB non si assume la responsabilità per eventuali errori di configurazione che possano verificarsi nell'ambito della modifica di quei parametri. Usa sempre molta cautela quando modifichi i parametri.

Riconfigurazione di un array di archiviazione RAID

Un disco virtuale online si può riconfigurare in modi che ne ampliano la capacità e ne modificano il livello RAID.

ATTENZIONE
  • I dischi virtuali con spanning, come RAID 50 e 60, non si possono riconfigurare.
  • Riconfigurare i dischi virtuali influisce generalmente sulle prestazioni del disco finché l'operazione di riconfigurazione non è completata. Il tempo di completamento può differire notevolmente e arrivare fino a diversi giorni. Consigliamo vivamente di eseguire la procedura nel corso di una finestra di manutenzione.
  • Crea sempre un backup convalidato dei tuoi dati prima di intraprendere qualsiasi azione.
  1. Entra nel Dell PERC 11 Configuration Utility.

  2. Fai clic su Main Menu > Virtual Disk Management (Menu principale > Gestione dischi virtuali). Tutti i dischi virtuali associati al dispositivo di controllo RAID sono visualizzati.

  3. Per visualizzare le proprietà, fai clic sul disco virtuale.

  4. Nell'elenco a discesa Operations (Operazioni), seleziona Reconfigure Virtual Disks (Riconfigura dischi virtuali) e premi GO (VAI).

  5. Seleziona RAID Level (Livello RAID) e premi Choose the Operation (Scegli l'operazione).

  6. Seleziona i dischi da aggiungere al disco virtuale e premi Apply Changes (Applica modifiche).

  7. Conferma l'operazione e fai clic su YES (SÌ).

  8. Fai clic su Start Operation (Avvia operazione).

  9. Fare clic su OK (OK).

Nella pagina Gestione disco virtuale, puoi visualizzare lo stato della ricostruzione sul disco virtuale modificato.

Una volta avviata la ricostruzione, il sistema si può lasciare nella Dell PERC 11 Configuration Utility fino al completamento o può essere riavviato nel sistema operativo.

Se il sistema viene riavviato nel sistema operativo, le prestazioni del sistema saranno influenzate fino al completamento della ricostruzione.

NON è inoltre possibile estendere il disco in Windows® fino al completamento della ricostruzione.

ATTENZIONE

Il tempo di ricostruzione differisce da un sistema all'altro e può necessitare di un massimo di diversi giorni.

Configura Microsoft Windows®

Per la configurazione di un nuovo volume:

  1. Fai clic con il pulsante destro del mouse sul menu Avvio e seleziona Disk Management (Gestione disco).

  2. Fai clic con il pulsante destro del mouse su una regione non allocata del tuo disco rigido e seleziona New Simple Volume (Nuovo volume semplice).

  3. In New Simple Volume Wizard (Procedura guidata nuovo volume semplice), fai clic su Next (Avanti).

  4. Immetti la dimensione del volume che vuoi creare in megabyte (MB) o accetta la dimensione predefinita massima e fai clic su Next (Avanti).

  5. Accetta la lettera di unità predefinita o scegli una lettera di unità diversa per identificare la partizione e fai clic su Next (Avanti).

  6. Nella finestra di dialogo Formatta partizione:

    • Se non vuoi eseguire subito la formattazione del volume, seleziona Do not format this volume (Non formattare questo volume) e fai clic su Next (Avanti).

    • Per eseguire la formattazione del volume con le impostazioni predefinite, fai clic su Next (Avanti).

  7. Rivedi le tue scelte e fai clic su Finish (Fine).

    Gestione disco mostra ora il nuovo volume. Ora puoi chiudere Gestione disco e il sistema è pronto per usare il nuovo volume.

Per la configurazione di un volume esistente:

  1. Fai clic con il pulsante destro del mouse sul menu Avvio e seleziona Disk Management (Gestione disco).

  2. Fai clic con il pulsante destro del mouse sul volume e seleziona Extend Volume (Estendi volume).

  3. In Extend Volume Wizard (Procedura guidata estendi volume), fai clic su Next (Avanti).

  4. Selezionare il disco con spazio inutilizzato e fare clic su Next (Avanti). Normalmente ciò è selezionato per impostazione predefinita.

  5. Rivedi le tue scelte e fai clic su Finish (Fine).

    Gestione disco mostra ora il volume esteso. Ora puoi chiudere Gestione disco e il sistema è pronto per usare il nuovo volume.

Configurazione di iDRAC

iDRAC9 (Integrated Dell Remote Access Controller 9) con Lifecycle Controller è progettato per rendere gli amministratori di sistema più produttivi e migliorare la disponibilità generale dei sistemi Dell. iDRAC notifica gli amministratori in merito ai problemi relativi al sistema, consente loro di eseguire la gestione remota del sistema e riduce la necessità di accesso fisico al sistema. È necessario configurare le impostazioni di rete iniziali in base all'infrastruttura di rete in modo da abilitare la comunicazione da e verso iDRAC.

  1. Premere F10 durante il POST (Power-On Self-Test).

  2. Nota

    L'Installazione guidata iniziale di Lifecycle Controller verrà visualizzata solo per la prima volta. Utilizzare l'Installazione guidata iniziale per selezionare la lingua e la tastiera, configurare le impostazioni di rete, le impostazioni di rete iDRAC, la configurazione delle credenziali e visualizzare il riepilogo delle impostazioni. Per apportare modifiche alla configurazione successivamente, selezionare Settings (Impostazioni) dalla pagina iniziale di Lifecycle Controller.

  3. Configurare la lingua e la tastiera e fare clic su Next (Avanti).

  4. Controllare la panoramica del dispositivo e fare clic su Next (Avanti).

  5. Configurare le impostazioni di rete Lifecycle Controller:

    1. Dall'elenco a discesa NIC Card (Scheda NIC), seleziona la porta NIC da configurare.

    2. Dall'elenco a discesa IPV4 Network Settings > IP Address Source (Impostazioni di rete IPV4 > Indirizzo IP origine), seleziona una delle seguenti opzioni:

      • DHCP: indica che il valore NIC deve essere configurato utilizzando un indirizzo IP di un server DHCP. DHCP è l'opzione predefinita e l'indirizzo IP DHCP viene visualizzato nella pagina Impostazioni di rete.

      • IP statico: indica che il valore NIC deve essere configurato utilizzando un IP statico. Digitare le proprietà dell'indirizzo IP, tra cui IP Address (Indirizzo IP), Subnet Mask (Subnet Mask), Default Gateway (Gateway predefinito) e DNS Address (Indirizzo DNS). Se non si dispone di queste informazioni, contattare l'amministratore di rete.

      • Nessuna configurazione: indica che non è necessario configurare il valore NIC.

    3. Se viene utilizzata la VLAN, fare clic su Enabled (Abilitato) e digitare VLAN ID (ID VLAN) e Priority (Priorità) in Lifecycle Controller VLAN Settings (Impostazioni VLAN Lifecycle Controller) per configurare le impostazioni VLAN di un NIC.

    4. Fare clic su Next (Avanti). Se le impostazioni di Lifecycle Controller non sono configurate correttamente, viene visualizzato un messaggio di errore.

  6. Configurare le credenziali e la rete iDRAC:

    1. Andare a IPV4 Configuration > IP Address Source (Configurazione IPV4 > Indirizzo IP origine) e selezionare una delle seguenti opzioni:

      • Statico: indica che la rete deve essere configurata utilizzando un IP statico. Digitare le proprietà dell'indirizzo IP tra cui IP Address (Indirizzo IP), Subnet Mask, Default Gateway (Gateway predefinito), DNS Address Source (Origine indirizzo DNS) e DNS Address (Indirizzo DNS). Se non si dispone di queste informazioni, contattare l'amministratore di rete.

      • DHCP: indica che il valore NIC deve essere configurato utilizzando un indirizzo IP di un server DHCP. DHCP è l'opzione predefinita e l'indirizzo IP DHCP viene visualizzato nella pagina Impostazioni di rete.

    2. In Credentials (Credenziali), immettere Account Username (Nome utente account) e Password per accedere alla rete iDRAC.

    3. Fare clic su Next (Avanti).

  7. Verificare il riepilogo della configurazione di rete Lifecycle Controller e iDRAC e fare clic su Finish (Fine).

Risoluzione di problemi

Controllo della versione corrente del BIOS

Per controllare il BIOS corrente:

  1. Accendere il dispositivo.

  2. Attendere che venga visualizzata la schermata iniziale di Axis in cui verrà visualizzato il numero di versione.

Aggiornamento del BIOS

È necessario aggiornare il BIOS solo quando viene richiesto dal supporto tecnico Axis.

Se non si ha accesso a Windows®: istruzioni sul pacchetto di aggiornamento per EFI

  1. Accedere alle pagine dell'assistenza su dell.com e immettere il contrassegno del servizio del dispositivo. Andare a Drivers & Downloads (Driver e download) e scaricare il file .efi.

  2. Copiare il file su un dispositivo USB.

  3. Collegare il dispositivo USB e premere F11 durante il POST per accedere a BIOS Boot Manager.

  4. Passare a System Utilities menu > BIOS Update File Explorer (Menu Utilità di sistema > Esplora file di aggiornamento BIOS).

  5. Selezionare il dispositivo USB e navigare attraverso il contenuto della directory per trovare il file eseguibile (.efi).

  6. Avviare il file eseguibile e attenersi alle istruzioni fornite dall'utilità flash.

Se si ha accesso a Windows®: istruzioni sul pacchetto di aggiornamento per Windows® Dup

  1. Individuare il percorso in cui è stato scaricato il file e fare doppio clic sul nuovo file.

  2. Leggere le informazioni sulla versione nella finestra di dialogo.

  3. Scaricare e installare tutti i prerequisiti identificati nella finestra di dialogo prima di procedere.

  4. Installare il firmware di Embedded Systems Management necessario prima di questo aggiornamento del BIOS.

  5. Fare clic su Install (Installa).

  6. Seguire le istruzioni visualizzate.

Esecuzione della diagnostica

L'esecuzione della diagnostica consente di identificare la causa di un problema di sistema. La diagnostica testa l'hardware del sistema senza richiedere apparecchiature aggiuntive o rischiare la perdita di dati.

  1. Durante l'avvio del sistema, premere F10 per accedere a Lifecycle Controller.

  2. Andare a Hardware Diagnostics (Diagnostica hardware) e fare clic su Run Hardware Diagnostics (Esegui diagnostica hardware).

  3. Annotare il codice di errore e contattare il supporto tecnico Axis.

Eseguire un ripristino del sistema

Se si è verificato un guasto totale del sistema, è necessario utilizzare un'immagine di ripristino per ricreare il sistema Windows®. Per scaricare AXIS Recovery Kit, contattare il supporto tecnico AXIS e fornire il numero di serie del dispositivo.

  1. Scaricare AXIS Recovery Kit e lo strumento AXIS ISO to USB Tool.

  2. Inserire un'unità USB nel computer.

    • Utilizzare un'unità USB con un minimo di 16-32 GB.

    • L'unità USB verrà formattata e tutti i dati esistenti verranno cancellati.

  3. Eseguire AXIS ISO to USB Tool e seguire le istruzioni visualizzate sullo schermo.

    La scrittura dei dati sull'unità USB richiede da 10 a 15 minuti. Non rimuovere l'unità USB finché il processo non è completo.

  4. Dopo l'uso dello strumento da ISO a USB, prendere l'unità USB e collegarla al dispositivo.

  5. Avviare il dispositivo.

  6. Quando viene visualizzata la schermata iniziale di AXIS, premere F11.

  7. Fare clic su One-shot UEFI Boot Menu (Menu di avvio UEFI one-shot).

  8. Accedere all'unità USB e premere Invio. Il sistema si avvia in AXIS Recovery Kit.

  9. Fare clic su Reinstall Operating System (Reinstalla sistema operativo).

    Il recupero richiede dai 10 ai 15 minuti. Sono disponibili istruzioni dettagliate nel download per il kit di recupero.

Esportazione di una raccolta SupportAssist

È possibile esportare la raccolta SupportAssist in un'unità USB o in una condivisione di rete (CIFS/NFS). La raccolta include i seguenti dati:

  • Hardware

  • Registri del controller RAID

Per esportare la raccolta SupportAssist:

  1. Durante il POST (Power-On-Self-Test), premere F10 per avviare Lifecycle Controller.

  2. Andare a Hardware Diagnostics > Export SupportAssist collection (Diagnostica hardware > Esporta raccolta SupportAssist).

  3. Leggere i termini e le condizioni e fare clic su Next (Avanti).

    È necessario accettare i termini e le condizioni per consentire al supporto tecnico di utilizzare i dati della raccolta SupportAssist.

  4. Selezionare le opzioni relative ai dati che si desidera includere nella raccolta SupportAssist e fare clic su Next (Avanti).

  5. Immettere le informazioni necessarie per le impostazioni di esportazione e fare clic su Next (Avanti).

    • Per eseguire le esportazioni su un'unità USB: selezionare l'opzione relativa all'unità USB, quindi selezionare il nome dell'unità USB e immettere i dettagli del percorso del file in cui deve essere esportata la raccolta.

    • Per eseguire esportazioni su NFS: selezionare l'opzione NFS e immettere le informazioni richieste.

    • Per eseguire esportazioni su CIFS: selezionare l'opzione CIFS e immettere le informazioni richieste.

      Fare clic su Test Network Connection (Verifica collegamento di rete) per verificare che Lifecycle Controller può connettersi all'indirizzo IP fornito. Per impostazione predefinita, viene eseguito il ping dell'IP del gateway, dell'IP del server DNS, dell'IP host e dell'IP proxy.

  6. Verificare la selezione e fare clic su Finish (Fine).

    Lifecycle Controller recupera i dati della raccolta selezionata ed esegue l'esportazione nella posizione specificata. L'operazione può richiedere alcuni minuti.

Risoluzione dei problemi relativi all'unità di alimentazione

Nota

Dopo aver installato un'unità di alimentazione, attendere alcuni secondi che il sistema la riconosca e determini se funziona correttamente.

  1. Assicurarsi che non vi siano collegamenti allentati, ad esempio i cavi di alimentazione.

  2. Assicurarsi che il LED dell'handle dell'alimentatore indichi che l'alimentatore funziona correttamente.

  3. Controllare lo stato dell'indicatore di alimentazione sull'unità di alimentazione. Vedere Specifiche.

  4. Se si dispone di una configurazione di alimentazione ridondante, assicurarsi che entrambe le unità di alimentazione siano dello stesso tipo e wattaggio.

  5. Assicurarsi di utilizzare solo le unità di alimentazione con l'etichetta EPP (Extended Power Performance) sul retro.

  6. Reimpostare l'unità di alimentazione.

  7. Se il problema persiste, contattare il supporto tecnico di Axis.

Risoluzione dei problemi relativi agli errori di memoria

  1. Aggiornare il BIOS alla versione più recente.

  2. Se gli errori persistono, contattare il supporto tecnico Axis.

Risoluzione dei problemi di AXIS Camera Station

Per informazioni su come risolvere i problemi di AXIS Camera Station, andare al manuale utente di AXIS Camera Station.

Panoramica del dispositivo

Parte anteriore e posteriore

  1. Pulsante e indicatore di identificazione di sistema
  2. LED di stato del disco rigido
  3. Pulsante di rilascio del vassoio del disco rigido
  4. Pulsante di alimentazione/LED di accensione
  5. Porta USB 2.0
  6. LED attività del disco rigido
  7. Vassoio del disco rigido
  8. Etichetta informazioni
  9. Porta iDRAC direct
  10. Porta seriale
  11. Porta Ethernet da 1 GbE 1
  12. Porta Ethernet da 1 GbE 2
  13. Porta cavo indicatore di stato di sistema
  14. Vassoio unità SSD
  15. Porta VGA
  16. Porta Ethernet dedicata iDRAC
  17. Porta USB 2.0
  18. Porta USB 3.2 Gen 1
  19. Pulsante e indicatore di identificazione di sistema
  20. Unità di alimentazione

Specifiche

Indicatori ID e di integrità del sistema

LEDDescrizioneAzione
Blu fissoIl sistema è acceso, integro e la modalità ID di sistema non è attiva.Premere il pulsante relativo all'integrità e all'ID del sistema per passare alla modalità ID di sistema.
Blu lampeggianteLa modalità ID di sistema è attiva.Premere il pulsante relativo all'integrità del sistema e all'ID di sistema per passare alla modalità di integrità del sistema.
Giallo fissoIl sistema è in modalità sicurezza intrinseca​.
Giallo lampeggianteSi è verificato un errore di sistema.Controllare il registro degli eventi di sistema per il messaggio di errore specifico.

Indicatori LED iDRAC direct

LEDDescrizione
Verde fisso per due secondiIl computer portatile o il tablet è collegato.
Verde lampeggiante (acceso per due secondi e spento per due secondi)Il computer portatile o il tablet connesso viene riconosciuto.
SpentoIl computer portatile o il tablet è scollegato.

Indicatori NIC

LEDDescrizione
Gli indicatori di collegamento e di attività sono disattivatiLa scheda NIC non è collegata alla rete.
L'indicatore di collegamento è verde e l'indicatore di attività lampeggia di verdeLa scheda NIC è collegata a una rete valida alla velocità massima della porta e i dati vengono inviati o ricevuti.
L'indicatore di collegamento è giallo e l'indicatore di attività lampeggia di verdeLa scheda NIC è collegata a una rete valida a una velocità inferiore alla rispettiva velocità massima della porta e i dati vengono inviati o ricevuti.
L'indicatore di collegamento è verde e l'indicatore di attività è spentoLa scheda NIC è collegata a una rete valida alla velocità massima della porta e i dati non vengono inviati o ricevuti.
L'indicatore di collegamento è giallo e l'indicatore di attività è spentoLa scheda NIC è collegata a una rete valida a una velocità inferiore alla rispettiva velocità massima della porta e i dati non vengono inviati o ricevuti.

Indicatori dell'unità di alimentazione (PSU)

LEDDescrizione
VerdeUna sorgente di alimentazione valida è collegata alla PSU e la PSU è operativa.
Giallo lampeggianteSi è verificato un problema con la PSU.
Non accesoL'alimentazione non è collegata alla PSU.
Verde lampeggianteÈ in corso l'aggiornamento del firmware della PSU.
ATTENZIONE

Non scollegare il cavo di alimentazione né staccare la spina della PSU durante l'aggiornamento del firmware. Se l'aggiornamento del firmware viene interrotto, le PSU non funzioneranno.

Verde lampeggiante, quindi spentoQuando una PSU viene collegata a caldo, il LED verde lampeggia cinque volte alla velocità di 4 Hz e poi si spegne. Ciò indica una mancata corrispondenza di PSU in termini di efficienza, serie di funzioni, stato di integrità o tensione supportata.
ATTENZIONE
  • Se sono installate due PSU, entrambe devono avere lo stesso tipo di etichetta. Ad esempio, l'etichetta EPP (Extended Power Performance). La combinazione di PSU di generazioni precedenti di server PowerEdge non è supportata, anche se le PSU hanno la stessa potenza nominale. Ciò comporta una condizione di mancata corrispondenza di PSU o la mancata accensione del sistema.
  • Se vengono utilizzate due PSU, queste devono essere dello stesso tipo e avere la stessa potenza massima di uscita.
  • Quando si corregge una mancata corrispondenza di PSU, sostituire la PSU con l'indicatore lampeggiante. Lo scambio della PSU per creare una coppia abbinata può causare una condizione di errore e un arresto imprevisto del sistema. Per passare da una configurazione a uscita elevata a una configurazione a uscita bassa o viceversa, è necessario spegnere il sistema.

Indicatori unità

LEDDescrizione
Lampeggia in verde due volte al secondoIdentificazione dell'unità o preparazione alla rimozione.
SpentoL'unità è pronta per la rimozione.
Nota

L'indicatore di stato dell'unità rimane spento fino a quando tutte le unità non vengono inizializzate dopo l'accensione del sistema. Le unità non sono pronte per la rimozione durante questo tempo.

Lampeggia in verde, giallo e quindi si spegneErrore imprevisto dell'unità.
Lampeggia in giallo quattro volte al secondoL'unità è guasta.
Lampeggia in verde lentamenteL'unità è in fase di ripristino.
Verde fissoL'unità è online.
Lampeggia in verde per tre secondi, in giallo per tre secondi, quindi si spegne dopo sei secondiIl ripristino è stato interrotto.

Bisogno di assistenza?

Contattare l'assistenza

Se serve ulteriore assistenza, andare su axis.com/support.